I Pivot Spaces caratterizzeranno gli spazi di lavoro del domani

21 Luglio 2020

Tutela della salute e della sicurezza, la creazione di un senso di comunità e l’attenzione al benessere psico-fisico delle persone tra gli elementi in grado di rendere l’ufficio un luogo di successo

I mesi di lock-down hanno sicuramente dimostrato che è possibile essere produttivi anche da remoto. Vi sono tuttavia numerosi aspetti che lo smart working non può garantire, tra questi l’interazione umana, necessaria per un corretto scambio di idee, il team building, il lavoro in gruppo con la consapevolezza di quello che sta facendo il collega, la crescita personale che deriva dalla contaminazione reciproca e infine un sano equilibrio tra vita lavorativa e vita privata.

Per tutti questi motivi Tétris Italia ha studiato il modo migliore per garantire una vita regolare in ufficio senza mai perdere di vista il bisogno di sicurezza delle persone. Pietra miliare della re-immaginazione degli spazi di lavoro è la concezione degli spazi Pivot, concept che permette la tutela della salute e della sicurezza in un’ottica volta a salvaguardare il senso di comunità e di connessione tra i colleghi supportando l’interazione con i clienti.  

Tutelare salute e sicurezza

Nel re-immaginare gli spazi di lavoro, la salute e il benessere dei dipendenti costituiscono due fattori centrali. In quest’ottica, gli spazi pivot possono essere utilizzati per distribuire il personale occupando tutto lo spazio-ufficio a disposizione, ottimizzandone l’occupazione e garantendo così il mantenimento della distanza fisica necessaria. Allo stesso tempo questi spazi possono assecondare in maniera flessibile eventuali cambiamenti delle linee guida e dei protocolli di sicurezza aziendali.

Questa tipologia di spazi, se progettati in maniera funzionale, può anche aiutare i dipendenti a sentirsi a proprio agio nell’ambiente circostante. La presenza di elementi naturali, come piante e colori rilassanti, possono avere un effetto riposante. Di questi tempi, anche superfici e materiali lavabili possono essere utili a rassicurare il personale. Ad esempio, la pietra ricostituita – al contrario delle pietre naturali porose – è un prodotto ad alte prestazioni e a bassa manutenzione, ideale per le mense, in quanto è eccezionalmente facile da tenere pulito. Nel caso di piani di lavoro o tavoli da riunione, è consigliabile utilizzare il pannello di fibra a media densità (MDF), un prodotto ingegnerizzato che risulta essere meno poroso dei legni naturali e di conseguenza più facile da pulire.

Creare un senso di comunità

Gli spazi pivot, come half-moon space, huddle space, focus area e break area, sono luoghi che si prestano molto bene ad ospitare riunioni di team interne in quanto facilitano la collaborazione tra colleghi e consentono di consolidare i rapporti di lavoro.

Allo stesso modo non dovranno però mancare gli open space che, seppur de-densificati rispetto a prima e con postazioni tradizionali disposte ricreando una differente geometria degli spazi, saranno fruibili su prenotazione tramite apposite app.

Siamo diventati esperti di conference call”, afferma Philippe Sourdois, Managing Director di Tétris Italia.Ma, per le idee spontanee che scaturiscono da essi, nessuna tecnologia potrà mai sostituire gli incontri di persona”.

La scelta dell’arredamento diventa fondamentale nel supportare la produttività dei dipendenti e, giocando con forme, materiali e finiture, per creare un’ambiente visivamente stimolante e orientare i flussi di circolazione.  

Le soluzioni d’arredo modulari, che possono essere spostate e riposizionate facilmente, sono una buona scelta, nel breve termine, per quanto riguarda l’allontanamento sociale e, sul lungo termine, per la loro flessibilità. I pod monoposto a schienale alto offrono comfort e privacy per effettuare telefonate o per svolgere attività di concentrazione, mentre pod di maggiori dimensioni sono adatti a riunioni semi-private di piccoli gruppi.

I mobili regolabili, come le standing desk ovvero scrivanie per lavorare in piedi, favoriscono varie modalità di lavoro e soddisfano le diverse esigenze e preferenze dei dipendenti.

Supportare l’interazione con i clienti

Non si tratta solo di creare un ambiente di lavoro piacevole per i dipendenti; gli spazi pivot possono essere personalizzati anche per facilitare le relazioni con i clienti sia durante le presentazioni digitali che negli incontri di persona.

Per quale motivo le riunioni di lavoro dovrebbero essere fredde e formali? I clienti che visitano gli uffici vengono accompagnati in una piccola stanza spoglia, magari con schermi in Perspex poco invitanti”, dice Sourdois. “Gli spazi dovrebbero invece essere accoglienti e stimolanti, ma comunque professionali per creare un’esperienza positiva e garantire il benessere psicofisico”.

In alternativa alla board room, una sala di lettura, ad esempio, potrebbe essere utilizzata per ospitare audit finanziari o riunioni importanti.

Forte connettività

Man mano che gli uffici diventano più smart, la tecnologia si integra sempre di più negli spazi pivot.

Ci siamo abituati a lavorare in open space seduti alla nostra postazione fissa per motivi legati alla connettività”, afferma Sourdois. “Ma, come abbiamo imparato durante il lavoro a distanza, non è necessario che le attività lavorative siano svolte in un’area fissa per un periodo definito di otto ore”.

Il wireless deve essere in grado di supportare qualsiasi tipologia di attività, dalle video-chiamate alla trasmissione di file molto pesanti, senza che in ufficio ci siano punti scoperti e con una varietà di postazioni di ricarica per i dispositivi elettronici – anche integrate negli arredi.

“Ci aspettiamo inoltre di vedere molte aziende utilizzare piattaforme o applicazioni per misurare l’esperienza dei dipendenti all’interno di un ufficio”, sostiene Sourdois. “Ma anche per prenotare gli spazi condivisi, controllare da remoto i sistemi di illuminazione e climatizzazione o ancora per ordinare il pranzo con sistemi touchless, controllare quali sono le aree dell’ufficio maggiormente occupate e prenotare di conseguenza la pulizia degli spazi.”

Riflettere il brand

Gli spazi pivot offrono l’opportunità di valorizzare la cultura aziendale e di rispecchiare i valori del brand.

Il vantaggio è duplice”, spiega Sourdois. “I visitatori percepiscono in maniera immediata la filosofia e il brand dell’azienda quando entrano in un luogo di lavoro flessibile e collaborativo e, allo stesso tempo, un ambiente di lavoro inclusivo aiuta i dipendenti a sentirsi parte di un’organizzazione. Attrarre e trattenere talenti, in particolare nei settori maggiormente competitivi, è un altro fattore. I giovani professionisti di oggi sono molto più attenti alla scelta del posto di lavoro”

Sono queste le principali considerazioni che emergono dal documento “Designing and Delivering Tomorrow’s Workplace – July 2020 Edition” elaborato da Tétris a livello globale, per supportare le aziende nel (re)immaginare i loro spazi di lavoro incoraggiando allo stesso tempo la sicurezza, il benessere e la produttività degli utilizzatori.

Rassegna stampa

Monitor Immobiliare

Quotidiano Immobiliare

Requadro 

Idealista News

PPAN The Brief

Contract Network

Contract Book #4-2020

Office Layout #182_luglio_settembre 2020