Lavorare bene: il design per uffici a favore del benessere mentale

5 Ottobre 2020

Progettare uno spazio che favorisce il benessere mentale è la chiave per creare un ambiente di lavoro salutare e stimolante.

Tra le linee guida in continuo cambiamento su come e quando tornare al lavoro, c’è una attenzione crescente al ruolo dell’ufficio e a come esso può favorire il benessere mentale, oltre che fisico.

Stress, ansia e depressione sono aumentate man mano che le persone si sono scontrate con le restrizioni imposte dal lock down – e con le persone che passano una parte significativa del loro tempo al lavoro, la progettazione degli spazi di un ufficio può giocare un ruolo importante nel miglioramento del loro benessere mentale.

Numerosi studi confermano che il benessere mentale dei dipendenti è un elemento fondamentale per quanto riguarda il loro impegno sul lavoro. Una ricerca dell’Università di Warwick, ad esempio, ha rilevato un aumento del 12% della produttività quando le persone sono soddisfatte e le aziende che investono maggiormente nel sostenere i propri dipendenti ne traggono maggiori benefici.

“Il benessere mentale in ufficio è un tema importante dal punto di vista del design. Ora più che mai, abbiamo bisogno di ambienti di lavoro sani che aiutano i dipendenti a dare il meglio di sé”, afferma Niels Kramer, Creative Director, EMEA di Tétris Design and Build.

 

Le regole della biofilia

Incorporare elementi naturali nel design degli spazi di lavoro può offrire un significativo impulso al benessere mentale dei dipendenti. Ad esempio, è stato dimostrato che le piante e i materiali in legno riducono lo stress mentre la presenza di finestre che consentono di sfruttare la luce del giorno e la vista su grandi spazi aperti aiutano a ridurre l’ansia.

Gli effetti positivi del design biofilico sono estendibili anche ad altri aspetti del luogo di lavoro.

Presso gli uffici di InteriorWorks ad Amsterdam, la certificazione WELL degli spazi ha consentito di migliorare il benessere, grazie all’utilizzo di pareti verdi e un’abbondanza di piante che mantengono l’aria pulita contribuendo a creare un clima interno salubre. Se associato ad un sistema energetico a emissioni zero e una ventilazione avanzata che riduce la trasmissione di agenti patogeni trasportati dall’aria, il design biofilico è una soluzione sostenibile per migliorare la qualità dell’aria – e aumentare l’attenzione e la concentrazione dei dipendenti.

Interiorworks office in Amsterdam, The Netherlands
Uffici Interiorworks a Amsterdam, The Netherlands, Photo credit: Rick Geenjaar

Le scrivanie in open-space, spesso correlate a distrazioni acustiche e livelli di stress elevati, sono ridotte al minimo a favore di un layout con una serie di spazi di lavoro e di incontro, con pavimenti e soffitti ad altezze variabili e percorsi di circolazione multipli. Questo non solo aiuta a isolare il rumore tra le zone di lavoro, ma crea anche spazi diversificati che incoraggiano il movimento per tutto l’ufficio.

“Un design che imita le forme fluide e organiche della natura crea un ambiente interno che aiuta le persone a sentirsi a proprio agio”, dice Kramer.

 

Luce meravigliosa

La luce naturale è essenziale, osserva Kramer – e i dipendenti che in ufficio hanno una maggiore esposizione alla luce del giorno riferiscono una migliore qualità della vita. L’ufficio di Lenovo a Milano è dotato di open space lungo il perimetro dell’ufficio, in modo tale che un maggior numero di scrivanie sia vicino alle finestre, con zone per la concentrazione e la collaborazione separate da pannelli acustici per mantenere livelli sonori adeguati, riducendo lo stress associato ai disturbi legati al rumore.

Lenovo offices in Milan, Italy
Uffici Lenovo a Milano, Italia

Dove c’è una mancanza di luce naturale a causa della struttura esterna dell’edificio o in climi dove le giornate invernali sono brevi, è stato dimostrato che un’illuminazione circadiana che riproduce la variazione della luce durante il giorno migliora l’umore, la concentrazione e la qualità del sonno. L’uso di pareti divisorie trasparenti consente inoltre una maggiore penetrazione della luce nell’ambiente di lavoro.

 

Persone diverse…

Progettare differenti tipi di spazi di lavoro che si adattano alle diverse modalità di lavoro dei dipendenti aumenta anche il loro impegno – e questo approccio orientato ai dipendenti migliora la qualità della vita in ufficio.

Il design incentrato sul benessere degli uffici SAP di Johannesburg combina postazioni di lavoro individuali in open space con aree break dedicate alla concentrazione o alla collaborazione, zone di lavoro informali e stanze per la concentrazione chiuse, oltre a patii, balconi e un laghetto per gli incontri all’aperto.

SAP campus in Johannesburg, South Africa
Campus SAP a Johannesburg, Sud Africa

Gli arredi aiutano le persone a trovare il loro ambiente di lavoro ideale – le scrivanie sono regolabili in altezza, le comode sedute invitano a incontri casuali (seppur mantenendo il distanziamento sociale), mentre le nicchie con schienale alto aiutano a lavorare ininterrottamente.

“Progettare per personalità eterogenee significa che ognuno può trovare uno spazio in cui gli piace davvero lavorare”, osserva Kramer. “Un ufficio in cui le persone sentono di poter essere sé stesse ha un impatto positivo sul benessere mentale”.

 

Pulire e rigenerarsi

Le aree dove i dipendenti possono prendersi una pausa aiutano a gestire l’ansia del ritorno in ufficio.

Negli uffici di RS Components a Milano, le zone relax e le aree gioco aiutano il personale a ridurre i livelli di stress e ad avere un contatto più stretto con i colleghi.

RS Components in Milan, Italy
RS Components a Milano, Italia

Anche gli spazi dedicati ad attività di ristoro, come la meditazione o le pratiche multireligiose, forniscono benefici simili per quanto riguarda l’abbassamento della pressione sanguigna e la diminuzione dello stress e dei sintomi depressivi.

Poiché le aziende si stanno adoperando per creare spazi a bassa densità e stabilire chiare linee guida per favorire il distanziamento sociale, è altrettanto importante che tali misure siano pensate in modo da alleviare le preoccupazioni.

La segnaletica per guidare i dipendenti nell’uso dello spazio potrebbe essere personalizzata con una frase dal tono amichevole e il logo aziendale, mentre le scrivanie che sono state rimosse per rispettare la distanza sociale potrebbero essere sostituite con pareti verdi dall’effetto calmante e rassicurante.

L’utilizzo di materiali antibatterici per i piani di lavoro o per l’arredamento contribuisce a rassicurare, mentre le cucine e i bagni possono essere dotati di accessori minimal touch, come i rubinetti a maniglia lunga.

 

Conservare un senso di comunità

Riprogettare lo spazio di lavoro per dare priorità alle attività collettive, che si tratti di piccole riunioni o di un town hall nel rispetto del distanziamento sociale, può aiutare ad affrontare i sentimenti di isolamento derivanti da una mancanza prolungata di contatto – e in relazione all’aumento del lavoro a distanza previsto nel lungo termine, consolidare l’ufficio come spazio fondamentale per la condivisione di idee e della cultura aziendale.

“Vogliamo rifocalizzarci sulle caratteristiche collaborative e sociali dell’ufficio per valorizzare l’esperienza umana e l’identità dell’azienda”, dice Kramer. “Tutti abbiamo bisogno di sentirci parte di qualcosa, e l’ufficio è uno spazio importante per far sentire le persone parte di una comunità”.